"CENTRO   EUROPEO   DI   VENEZIA   PER  I  MESTIERI DELLA   CONSERVAZIONE   DEL   PATRIMONIO   ARCHITETTONICO"

http://www.centroeuropeomestieri.com

Programma delle Attività del Centro

Isola di San Servolo: LA STORIA

Nel    quadro   delle    attività    programmate    per    l'anno   sociale   in    corso, ha avuto luogo - nel pomeriggio di martedì 11 maggio 2OO4 - la visita del soci del nostro "Lions Club" al "Centro Europeo di Venezia per i mestieri della conservazione del patrimonio architettonico", da ben 27 anni operante in Venezia e da dieci anni ubicato nell'Isola di San Servolo, già Ospedale Psichiatrico   della   Provincia   di   Venezia.

Alla    visita,    che    ha    completato    il    "percorso    culturale"    avviato    con la precedente "conviviale" sulle problematiche dell'artigianato veneziano nel nuovo millennio, hanno partecipato una trentina fra soci e loro consorti od amici, accompagnati dal Presidente del club Mario Novarini e cordialmente ricevuti dal Direttore del "Centro™ Architetto (e socio del “L.C. Ferrara Host”)   Carlo   Cesari.

Come  ampiamente illustrato  dal  Direttore,   il  Centro  e  stato fondato nel 1977 dal Consiglio d'Europa, dalla Comunità Europea, dall’Assemblea Parlamentare Europea, dall'UNESCO, dal Governo Italiano e da vari Enti e Ministeri internazionali, con la “mission” di organizzare a livello soprattutto internazionale corsi di formazione per artigiani dell’architettura e   delle  arti  applicate  da   coinvolgere nel  recupero del patrimonio architettonico. Nel tempo, l'attività del Centro si è peraltro sempre più orientata sulla specializzazione dello tecniche tradizionali per il restauro (ma anche per la "costruzione" moderna), di particolare valenza per Venezia, e sull'applicazione   delle  tecniche  tradizionali e innovative  sia      per la manutenzione   programmata   e sia   per   la   conservazione   integrata.

Il “Centro  Europeo”  è  composto da alcuni edifici totalmente rinnovati posti nella parte est dell'isola, che ospita anche altre Istituzioni culturali oltre a una capiente "foresteria" per studenti stranieri e per gli ospiti dello stesso Centro, sia docenti che frequentatori dei vari corsi (artigiani; architetti; imprenditori; ecc.). Esso è dotato, oltre alla direzione e relativi uffici, di moderne aule di studio e di formazione professionale, di attrezzati   "laboratori" per  le  varie  specializzazioni  (la  pietra; iI  legno;  iI ferro;   la pittura;  lo   stucco)   e   di   una   capiente   sala   di   esposizione.

Grande è stato l'interesse dei soci, che hanno potuto conoscere dal vivo una importante Istituzione culturale della loro città, di cui è stata fortemente   auspicata   la   conservazione   nel   centro  storico-insulare   veneziano.

La buona sorte ha  consentito che  la  visita  avesse  luogo  in  una giornata splendida, che ha messo in limpido risalto, sia la bellezza ritrovata dell'isola di San Servolo sia, poi, la stupenda cornice in cui l'isola è collocata nella laguna di Venezia, esaltata — al ritorno, verso sera, dopo un piacevole "buffet" offerto dal Centro — dall'inatteso tramonto mozzafiato di un grande sole rosso-fuoco che lentamente degradava dietro San Giorgio, mentre le cupole illuminate e splendenti di San Marco completavano - per gli amici in estasi del Club - uno spettacolo di sogno: conclusione ideale e generosa   dell'interessante   pomeriggio   straordinariamente   “lionistico”.